Il Parco

Parco Nazionale della Sila: quasi 75.000 ettari di boschi, accasciati su dolci altopiani.

Nel più grande altopiano d’Europa, all’interno di un’area di interesse naturalistico, ambientale e storico-culturale, ettari di boschi incontrano la dolcezza di maestosi altopiani, in cui trovano ristoro suggestivi tramonti , simbolo  e magia del territorio calabrese.

È il Parco Nazionale della Sila, un patrimonio naturale di grandiosa bellezza, in cui giacciono protetti rari esemplari di biodiversità.

Riserva MaB dal 2014, riconosciuta dall’UNESCO, il Parco nazionale della Sila si candida a diventare Patrimonio Mondiale Naturale dell’umanità.

Conservare paesaggi, habitat ed ecosistemi, oltre che portare avanti uno sviluppo totalmente sostenibile, sono solo alcune delle prerogative che questo riconoscimento implica, chiaro segnale di quanto il nostro Ente tenga a cuore l’infinità bellezza di questo nostro territorio.

La sua ricchezza, in termini di suggestioni, ne fa un carillon di tesori da tutelare, in cui pace ed estasi banchettano al centro di altre due aree naturali protette, il Parco Nazionale del Pollino e il Parco Regionale delle Serre, regalando panorami che sembrano non avere fine.

Qui, come in una casa dai mille sapori, convivono la ruralità selvaggia dei villaggi e le più moderne attività, dal canottaggio alla pesca sportiva, passando per il trekking, il birdwatching e la bike. Luoghi nei quali, circondati da antichi boschi  e grandi laghi artificiali, è possibile  ritrovare benessere e felicità, anche in occasione di una semplice passeggiata.

Mappa del Parco